Cardano al Caf
compilazione modello unico

In sede di dichiarazione redditi, ci occupiamo della compilazione dei seguenti modelli.

  • Modello 730 , ovvero la dichiarazione dei redditi più diffusa. Ha il grande vantaggio che il credito d’imposta viene rimborsato al contribuente tramite il sostituto d’imposta (datore di lavoro o INPS) direttamente in busta paga o nella pensione nel mese di luglio o agosto. Può essere utilizzato anche da chi ha un debito nei confronti dell’erario e anche in questo caso le trattenute avvengono direttamente in busta paga o nella pensione senza che il contribuente abbia l’onere di doversi ricordare le scadenze e pagare eventuali sanzioni e interessi per eventuali ritardi. Dal 2015 il modello 730 può essere fatto anche da chi non ha un sostituto d’imposta e in questo caso il rimborso avviene direttamente dall’Agenzia delle Entrate entro la fine dell’anno con accredito sul conto corrente semplicemente fornendo le coordinate bancarie all’amministrazione finanziaria. Sono comunque obbligati a presentare la dichiarazione dei redditi il contribuente che riceve per l’anno di imposta più Certificazioni uniche (EX CUD). 
  • Modello 730 congiunto  può essere utilizzato esclusivamente da persone legalmente sposate. Il conguaglio viene effettuato dal sostituto d’imposta scelto dal contribuente. Può essere vantaggioso quando magari uno dei due coniugi non ha un sostituto.
  • Modello Unico,  cioè la classica dichiarazione dei redditi. E’ obbligatorio utilizzare questo tipo di dichiarazione per i titolari di Partita IVA, coloro che hanno redditi di partecipazione in società e coloro che hanno dei datori di lavoro privati che non hanno la qualifica di sostituti d’imposta, per esempio Colf e Badanti. In caso di debito le imposte verranno saldate tramite Modello F24 pagabile in qualsiasi banca o ufficio postale. Se Invece la dichiarazione risultasse a credito si può optare per il rimborso oppure per l’utilizzo in compensazione con altre imposte per esempio TASI e IMU.

Altri servizi

calcolo IMU

Siamo specializzati anche nei seguenti conteggi.

  • Calcolo IMU e TASI - I n questi ultimi anni c’è stata una continua evoluzione delle imposte riguardanti i fabbricati e i terreni. Fino al 2011 c’è stata l’ICI, nel 2012 è stata sostituita dall’IMU, che nel 2014 è stata affiancata dalla TASI. Al di là dei nomi sono cambiate le regole per il conteggio delle imposte, e soprattutto i soggetti passivi dell’imposta, ovvero quelli che pagano. La situazione attuale è che, tenendo presente che ogni comune può decidere in autonomia riduzioni ed esenzioni, devono pagare delle imposte chiunque detenga a qualsiasi titolo un immobile, quindi sia proprietari che inquilini. Potete rivolgervi al nostro ufficio per aver maggior chiarimenti.
  • RED -  Dichiarazione gratuita che dev’essere presentata da pensionati che non hanno fatto nessuna dichiarazione fiscale e serve per far conoscere eventuali altri redditi all’INPS.
  • ISEE  - Dichiarazione gratuita con la quale si determina la situazione economica di una famiglia e serve per accedere ad agevolazioni o contributi, oppure anche per determinare le rette di asili o scuole.

In evidenza

RIvolgetevi a noi di Cardano al CAF anche per le seguenti pratiche.

  • Dichiarazione di successione,  ovvero il documento che gli eredi devono presentare per poter avere la piena proprietà dei beni caduti in successione. A seconda del grado di parentela degli eredi con il defunto ci sono diverse regole da seguire ed eventuali esenzioni dalla presentazione della dichiarazione stessa. Per parenti entro il 1° grado (coniugi e figli) si è obbligati a presentare la dichiarazione di successione se tra i beni caduti in successione ci sono o immobili di qualsiasi valore o disponibilità liquide per un valore superiore a € 100.000,00. Contattateci per maggiori dettagli e chiarimenti.
  • Contratto di locazione,  sia esso ordinario o transitorio. Da un punto di vista fiscale si può optare per un regime ordinario o per il regime della “cedolare secca”. Quest’ultimo può avere dei vantaggi fiscali ma per scegliere la miglior opzione è necessario avere il quadro completo della situazione reddituale ed è quindi preferibile fissare un appuntamento per fare il calcolo di convenienza.
Share by: